Vitamina B7 per curare il fegato grasso

Immagine tratta da: www.pharmastar.it

Immagine tratta da: www.pharmastar.it

La colina detta anche vitamina B7 è un nutriente importante per la salute del fegato, senza la colina i grassi possono essere facilmente accumulati nel fegato

Quando il nostro fegato non riesce a trasportare i grassi nei tessuti periferici, avviene un accumulo di grassi, la cosidetta steatosi epatica o semplicemente “fegato grasso”

Il fegato espelle i grassi grazie a due lipoproteine VLDL LDL a sua volta costituite da proteine e fosfolipidi, tra cui il fosfolipide principale è la Fosfatidilcolina. Ecco l’ importanza della colina, che è un precursore della Fosfatifdilcolina e permette di trasportare il grasso dal fegato ai muscoli e al tessuto adiposo. Una dieta ricca di colina è utile per combattere il fegato grasso.

Avere il fegato grasso può essere pericoloso perchè i grassi accumulati nel fegato possono bloccare il metabolismo, aumentando così la massa grassa con conseguenti problemi renali, colesterolo alto, aterosclerosi, problemi di memoria.

Le donne incinte dovrebbero aumentare l’ assunzione di colina nella loro dieta per non causare problemi di memoria ai loro figli.

La colina è una vitamina importante quindi per far diminuire i grassi nel fegato, per il metabolismo, per il trasporto dei grassi e del colesterolo, per la trasmissione nervosa, per il normale funzionamento della colecisti, per la formazione della lecitina, per i capelli, per la ghiandola Timo.

La carenza di colina può dare luogo al morbo di Alzheimer, depositi di grasso nel fegato, ulcere sanguinanti dello stomaco, scompensi cardiaci, blocchi renali, emorragie nei reni, pressione alta, cirrosi epatica, degenerazione grassa del fegato, arteriosclerosi, indurimento delle arterie, ulcera gastrica, disturbi della crescita, ipertensione, disfunzione epatica, renale, intolleranza ai grassi

Gli alimenti ricchi di colina sono: tuorlo d’ uovo, germe di grano, merluzzo, lecitina di soia, verdure a foglie verde come cavoli e spinaci, noci brasiliane, fagioli, lievito di birra, spirulina, pappa reale…etc…..

La vitamina B7 insieme all’inositolo è il componente base della lecitina, indispensabile all’utilizzazione dei grassi e del colesterolo nel corpo, previene l’ossidazione e l’accumulo dei grassi nel fegato, è essenziale per la salute del fegato e dei reni, della mielina, in genere il fegato produce la lecitina necessaria.

Il suo assorbimento è ridotto dal consumo eccessivo di zucchero, dagli alcolici, dal caffè, il suo assorbimento è favorito dall’acido linoleico, dall’acido folico, dall’inositolo, dalla vitamina A, dalla Vitamina B12, dal complesso B in genere.

La lecitina di soia in particolare può essere assunto come integratore alimentare per disturbi epatici ( fegato grasso, cirrosi, epatite)

Le persone che hanno disturbi epatici o renali, che soffrono di morbo di Parkinson, o di depressione dovrebbero consultare il proprio medico prima di usare integratori di colina.

A dosi elevate la colina crea problemi di digestione dovuti a tossicità, sudorazione, salivazione e perdita dell’appetito, odore di pesce nel corpo, raramente depressione

Fonte: 

LECITINA DI SOIA CLICCA SULL’ IMMAGINE QUI SOTTO PER ACQUISTARLO

lecitina-di-soia-250-gr-85813-1

INTEGRATORE DI COLINA E INOSITOLO CLICCA SULL’ IMMAGINE QUI SOTTO PER ACQUISTARLO

colina-e-inositolo-100-capsule-62163

LIBRO CONSIGLIATO CLICCA SULL’ IMMAGINE QUI SOTTO PER ACQUISTARLO

guarire-il-fegato-con-il-lavaggio-epatico_27133

N.B.: Le informazioni fornite su questa pagina hanno scopo puramente informativo; esse non possono         sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico.

 

Lascia un commento