Guida – Migliori mulini macina cereali a pietra per uso domestico in commercio

Macina cereali o mulini quali scegliere ? 

Macina cereali o mulini domestici prima di parlare dei migliori modelli presenti in commercio cerchiamo di capire in maniera semplice i motivi per cui bisognerebbe aumentare il consumo di farine integrali e ridurre quello di farine raffinate.

L’ importanza della farina integrale rispetto a quella raffinata  

La farina integrale ai tempi della guerra era considerata un alimento povero per questo veniva consumato soprattutto dalle famiglie meno abbienti. Dopo la guerra si ha il boom del cosidetto “pane bianco” un cibo raffinato forse più buono per il palato ma con effetti negativi sulla nostra salute

Solo negli ultimi anni si registra un ritorno alla farina integrale possibilmente biologica, perchè considerati più sani e nutrienti delle cosidette farine raffinate.

Prima di dire perchè le farine raffinate fanno male è bene tenere a mente la composizione del seme.

Il seme è composto da:

– crusca (guscio esterno ricco di fibre)

– germe (ricco di vitamine, minerali)

– endosperma (parte più ricca di amidi)

mulini macina cereali

http://www.vegpyramid.info/cereali/conosci.html

Regione anatomica della cariosside Percentuale della cariosside Amido e altri carboidrati (%) Proteine (%) Lipidi(%) Cellulosa
Emicellulosa
Pentosani
(%)
Sostanze minerali
(%)
Tegumenti 9 14 12.8 2.4 65.2 5.6
Strato aleuronico 8 12 32.0 8.0 38.0 10.0
Germe 3 20 38.0 15.0 22.0 5.0
Endosperma 80 83.0 11.0 30.0 2.0 1.0

 Tabella tratta da – Chimica degli alimenti – Cabras Paolo; Martelli Aldo

I cereali integrali

Ma come si ottiene la farina integrale?

La farina integrale si ottiene dalla macinazione completa dell’ intero chicco (crusca, germe ed endosperma). Per questo è una farina ricca e completa di principi nutritivi con una presenza maggiore di fibre, vitamine e minerali rispetto alle farine raffinate. I cereali integrali hanno inoltre un minor indice glicemico in quanto presentano un minor quantitativo di amido.

Ma esistono infatti due tipi di farine integrali:

  1. Farine ottenute dalla macinazione diretta di TUTTO il chicco
  2. FINTE farine integrali ottenute aggiungendo alla farina raffinata della crusca rimacinata. Queste risultano quindi essere delle farine doppiamente raffinate. La cosa atroce è che tutto ciò è autorizzato a norma di legge dal DPR del 9 febbraio 2001 n. 187 secondo il quale una farina è da ritenersi integrale quando il tasso di minerali è compreso tra 1,30 e 1,70.

Per non comprare pane fatto con finte farine integrali è sufficiente osservare il prodotto. Ad esempio, nel caso del pane, il colore deve essere scuro ed omogeneo su tutta la superficie e non a base chiara con punti scuri, quando è a base chiara con qualche punto nero si tratta di finta farina integrale.

I CEREALI UNA VOLTA MACINATI VANNO CONSUMATI ENTRO 15 GIORNI DALLA MACINAZIONE ALTRIMENTI LA FARINA SI OSSIDA E PERDE PIU’ DELLA META’ DEI SUOI NUTRIENTI, ECCO PERCHE’ LE FARINE INTEGRALI MACINATE CHE VENDONO NEI NEGOZI NON HANNO LO STESSO TIPO DI NUTRIMENTO DELLE FARINE APPENA MACINATE, PERCHE’ COL TEMPO SI OSSIDANO.

I cereali raffinati

Invece come si ottengono le farine raffinate?

Tramite un processo di raffinazione, il seme viene liberato dalla crusca e dal germe e l’unico componente che viene macinato è l’endosperma. Questo comporta  un quantitativo enorme di amido e una quantità nettamente inferiore di fibre, vitamine proteine e minerali.

Anche se magari i cibi raffinati rispetto a quelli integrali possono avere un aspetto e un sapore molto più delicato e una consistenza più leggera, ma è questione di abitudini.

Alcuni esempi di cereali raffinati sono:

  • farina bianca
  • pane e pasta bianchi
  • cracker, grissini, pancarrè (non integrali)
  • riso brillato

Differenze nutrizionali

  • Apporto energetico circa del 20% inferiore nelle farine integrali
  • Quantità di fibre nettamente superiore negli alimenti integrali
  • Proteine risultano essere notevolmente superiori nelle farine integrali
  • Gli amidi, al contrario, sono molto più abbondanti nelle farine raffinate

Si alle farine integrali, ma quali sono le controindicazioni?

Le farine integrali favoriscono l’apporto di fibre, che favoriscono il transito intestinale; hanno un basso indice glicemico e permettono l’assunzione di elevate quantità di vitamine e minerali.

Bisogna però assolutamente tenere a mente 2 cose fondamentali:

  • L’integrale deve essere sempre biologico. La parte esterna del chicco (la crusca) è quella più esposta agli agenti chimici utilizzati in agricoltura. Se quindi si sceglie un prodotto integrale NON biologico all’ interno della farina ci saranno residui chimici.
  • Un consumo eccessivo di fibra comporta l’eccessivo apporto di fitati. I fitati sono sostanze che si trovano all’interno di cereali e legumi. Sono considerate sostanze anti nutrizionali perché ostacolano l’assorbimento di nutrienti da parte dell’organismo come zinco, ferro e magnesio.

In conclusione le farine integrali sono assolutamente consigliate ma, in una dieta equilibrata, non bisogna mai esagerare.

Mulini macina cereali elettrici o manuali ?

Se utilizzate i mulini macina cereali solo per macinare piccole quantità di farina allora il nostro consiglio è quello di acquistare un macina cereali manuale, diversamente per uso familiare decisamente meglio quello elettrico molto più comodo e veloce.

Considerate che col macina cereali manuale per macinare 500 gr. di farina bisogna macinare 15-20 minuti.

Invece con quello elettrico macinate 500 gr. in meno di un minuto.

Le macine a pietra naturale

Tutti i mulini macina cereali elettrici presenti in commercio utilizzano, una pietra composta da una miscela di corindone e ceramica. Il corindone che è la pietra più dura dopo il diamante viene mescolato alla ceramica, un tipo di argilla (il caolino). Questo composto viene pressato e cotto ad alta temperatura. Così si ottiene una pietra particolarmente dura e resistente nel tempo. Chiamata pietra naturale perchè nella lavorazione non sono presenti additivi chimici.

I mulini macina cereali MANUALI invece utilizzano una macina composta da corindone e magnesite, più semplice da produrre.

In genere la pietra di una macina dura 10-15 anni dipende anche dalla frequenza d’ uso, pietra che una volta consumata può essere sostituita tranquillamente da una nuova.

Con la macinazione a pietra  il chicco non viene spezzato o pestato ma triturato invece lentamente e dolcemente a basso numero di giri. Il risultato è una farina integrale finissima, ricca di tutte le vitamine, i minerali e le scorie contenute in natura nei cereali.

La macinazione con questa mola è possibile per tutte le varietà di cereali: frumento, farro, segale, kamut, grande e piccola spelta, orzo, mais, riso, miglio, grano saraceno e, limitatamente, anche semi oleosi.

Considerate che il corindone secondo la scala di Mohs che misura la durezza dei materiali è l’ elemento più duro dopo il diamante

mulini macina cereali

Immagine tratta da: http://slideplayer.it/

Quali mulini macina cereali scegliere ?

I mulini macina cereali sono estremamente affidabili e resistenti nel tempo, possono durare tranquillamente 15-20 anni.

Nella scelta dei mulini macina cereali adatto a voi vi potete far guidare da tre criteri:

  1. la resa
  2. l’aspetto esteriore
  3. il prezzo

La resa dei mulini macina cereali deve essere scelta in modo da consentirvi di ottenere la quantità di farina di cui avete bisogno in 10-15 minuti circa. Una macinatura troppo prolungata riscalda la farina, rischiando di farle perdere alcuni costituenti vitali.

Si consiglia  tra un ciclo e l’altro di macinazione aiutandosi con un termometro alimentare se la farina supera i 45 gradi di fare raffreddare la macina per evitare che il troppo calore ossidi la farina.

E’ importante che il macina cereali esteticamente vi piaccia, perché starà nella vostra cucina per circa 15-20 anni. L’ultimo criterio, il più semplice, è il prezzo

I cereali da macinare – con quale mulino macina cereali?

I macina cereali elettrici vi consentono di macinare ogni tipo di cereali: grano, grano duro, orzo, segale, farro, ecc.; anche il mais non crea problemi.

I macina cereali manuali non sono adatti per il mais, perché i chicchi sono troppo grossi.

ABBIAMO SELEZIONATO I MIGLIORI MULINI MACINA CEREALI IN COMMERCIO

Migliori mulini macina cereali manuali 

Per ottenere 300 g di farina con la macina manuale
bisogna macinare per circa 8 – 12 minuti.
Quindi per quantità maggiori bisognerà orientarsi su macine elettriche.

1) KOMO – MACINA CEREALI MANUALE    LA PUOI ACQUISTARE QUI —> http://amzn.to/1SCKnJ8

mulini macina cereali

Caratteristiche tecniche del macina cereali Komo:

Il mulino nuovo della Komo, che vi permette di macinare anche il mais.
Nuova manovella che gira facilmente.
Finalmente un mulino manuale che macina anche il mais!
Macina in corindone e ceramica
Resa 50 grammi al minuto
Capienza tramoggia 600 grammi
Tipo di legno: acero

2) MACINA MANUALE NATURALIA        LA PUOI ACQUISTARE QUI —>   http://www.macrolibrarsi.it/prodotti/__mulino_manuale_per_farina.php?pn=4451

mulini macina cereali

Con i mulini macina cereali manuale  potete ottenere tutte le varietà di frantumazione del grano. La finezza della macinatura la si ottiene tramite la regolazione, dalla massima (chicco) alla minima (farina).

l mulini macina cereali manuali hanno il vantaggio di macinare i cereali in modo delicato e senza consumare corrente. Il grande svantaggio dei mulini macina cereali manuale è che si adatta solo a piccole quantità di farina. Basti pensare che, per ottenere 300 g di farina, bisogna macinare per circa 8-12 minuti.

Il mulino macina cereali è estremamente affidabile e resistente nel tempo. Questo prodotto ha una garanzia di due anni che viene peraltro utilizzata assai raramente. Sappiamo di macina cereali come questo che funzionano senza problemi da 15-20 anni.

Modello Resa gr/min.
farina fine
Dimensioni (mm)
alt./largh/prof.
Capienza (grammi)
tramoggia
Farina 35 300 / 140 / 170 450
Tipo di legno Garanzia Note  
faggio 2 anni non adatto per
macinare mais

 

Migliori mulini macina cerealui elettrici 

PARTIAMO DAI FIDIBUS CHE ATTUALMENTE SONO I MIGLIORI MULINI MACINA CEREALI IN COMMERCIO.

1) MULINO ELETTRICO FIDIBUS MEDIUM                                                                                                         LO PUOI ACQUISTARE QUI —> http://www.macrolibrarsi.it/prodotti/__mulino-elettrico-fidibus-medium.php?pn=4451     

mulini macina cereali

Il motore è da 360 W macina questi quantitativi in 10 – 15 minuti.

Il mulino macina cereali a pietra ideale per la grande famiglia, piccole comunità, asili,….

  • Struttura in legno di faggio, trattato con vernice naturale a base di olio di lino.
  • Macine in corindone legate in ceramica a regolazione variabile
  • Regolazione delle finezza della farina ruotando la tramoggia superiore
  • Facilmente raggiungibile la camera di macinazione.

MODELLO FIDIBUS Medio

  • Modello Fidibus Medium
  • Resa gr/min.farina fine: 100
  • Potenza: 350 W
  • Motore / Watt Dimensioni (mm): alt./largh/prof. 334 / 160 / 160
  • Capienza (grammi) tramoggia: 1000
  • Tipo di legno: FAGGIO

Regolazione della finezza

Far semplicemente ruotare la tramoggia, . Il grado di finezza si può scegliere senza scatti tra fine e grosso.

Il punto di maggior finezza lo si può trovare nel modo seguente: dopo aver acceso il mulino si ruota la tramoggia nella direzione “fine”, fino a quando sentirà che le macine fanno attrito trja di loro. Questa è la distanza minima tra le mole, con la quale si può ottenere una farina fine.

I segni sotto la tramoggia aiuteranno a ritrovare facilmente questa posizione. A secondo della temperatura e dell’umidità dell’aria nella sua cucina, questo punto potrà variare.

Durante la macinazione si può sempre variare il grado di finezza.

Quando il mulino macina cereali è spento e nella tramoggia ci sono dei chicchi, non si dovrebbe più spostare verso “fine”, perché i chicchi che si trovano tra le macine potrebbero incastrarsi e il motore avrebbe difficoltà di rimettere in moto il mulino.

2) MULINO ELETTRICO FIDIBUS 21      LO PUOI ACQUISTARE QUI —> http://amzn.to/1JXJjNd

mulini macina cereali

 

Dettagli
il mulino elettrico Fidibus 21 Penningerberger Kornmuehlen è piccolo e compatto e rappresenta il mulino a pietra ideale per la piccola cucina, ma con prestazioni simili a quelle dei grandi mulini.                                                     Nella sua robusta cassa in multistrato di faggio è alloggiata la macina per cereali con resa di 100 grammi di farina in 1 minuto, per tutti i tipi di cereali.                                                                                                                 La capienza della tramoggia è di 840 grammi.                                                                                                           Per chi macina molto mais consigliamo i modelli più potenti come il Fidibus Medium o Fidibus XL
I vantaggi della macinazione casalinga dei cereali sono molteplici: grazie ai mulini a pietra si può avere farina
sempre fresca. La farina comincia ad ossidarsi subito dopo essere stata macinata e anche le migliori farine in
Green Tip commercio non possono competere con quella appena macinata.                                                 Inoltre in questo modo si ha la garanzia di consumare farina senza additivi, residui di pesticidi o conservanti in modo da avere più controllo possibile su ciò che si consuma.

Motore da 260 Watt di potenza.                                                                                                                 Dimensioni: 320 x 150 x 150 mm.                                                                                                                       Resa per macinazione farina fine: 100 grammi/minuto.

Regolazione della finezza

Far semplicemente ruotare la tramoggia, . Il grado di finezza si può scegliere senza scatti tra fine e grosso.

Il punto di maggior finezza lo si può trovare nel modo seguente: dopo aver acceso il mulino si ruota la tramoggia nella direzione “fine”, fino a quando sentirà che le macine fanno attrito trja di loro. Questa è la distanza minima tra le mole, con la quale si può ottenere una farina fine.

I segni sotto la tramoggia aiuteranno a ritrovare facilmente questa posizione. A secondo della temperatura e dell’umidità dell’aria nella sua cucina, questo punto potrà variare.

Durante la macinazione si può sempre variare il grado di finezza.

Quando il mulino macina cereali è spento e nella tramoggia ci sono dei chicchi, non si dovrebbe più spostare verso “fine”, perché i chicchi che si trovano tra le macine potrebbero incastrarsi e il motore avrebbe difficoltà di rimettere in moto il mulino.

3) MULINO ELETTRICO FIDIBUS XL    LO PUOI ACQUISTARE QUI —>    http://www.ilgiardinodeilibri.it/prodotti/__fidibus-extra-large-mulino-elettrico.php?pn=5369

mulini macina cereali

Il motore industriale robusto da 600 W macina questi quantitativi in 10 – 15 minuti.                                                 Il macina cereali a pietra ideale per la grande famiglia, piccole comunità, asili,….

Struttura in legno di faggio, trattato con vernice naturale a base di olio di lino.
Macine in corindone legate in ceramica a regolazione variabile
Regolazione delle finezza della farina ruotando la tramoggia superiore
Facilmente raggiungibile la camera di macinazione.

Resa g/min. farina fine: 200
Potenza motore/watt: 600
Dimensione (mm) alt./largh./prof.: 365/165/165
Capienza in grammi: 1400
Peso: 9 kg
Tipo di legno: faggio

Regolazione della finezza

Far semplicemente ruotare la tramoggia. Il grado di finezza si può scegliere senza scatti tra fine e grosso.

Il punto di maggior finezza lo si può tj-ovare nel modo seguente: dopo aver acceso il mulino si ruota la tramoggia nella direzione “fine”, fino a quando sentirà che le macine fanno attrito trja di loro. Questa è la distanza minima tra le mole, con la quale si può ottenere una farina fine.

I secjjni sotto la tramoggia aiuteranno a ritrovare facilmente questa posizione. A secondo della temperatura e dell’umdità dell’aria nella sua cucina, quésto punto potrà variare.

Durante la macinazione si può sempre variare il grado di finezza.

Quando il mulino macina cereali è spento e nella tramoggia ci sono dei chicchi, non si dovrebbe più spostare verso “fine”, perché i chicchi che si trovano tra le macine potrebbero incastrarsi e il motore avrebbe difficoltà di rimettere in moto il mulino. LA MIGLIORE MACINA IN COMMERCIO DI OTTIMA QUALITA’ !

4) KOMO DUETT 100 – MACINA ELETTRICA + FIOCCATRICE                                                                          LA PUOI ACQUISTARE QUI —> http://amzn.to/1SCSCVz

mulini macina cereali
Mulino e fioccatrice in uno. Il Duett 100 ospita nella sua cassa due macchine: un mulino con motore 360 W e una fioccatrice elettrica. Il grande vantaggio è che ho solo un apparecchio e non devo fissare da nessuna parte la fioccatrice. Tutto a portata di mano: la mattina i fiocchi e a mezzogiorno la farina.

Resa gr/min. farina fine: 100
Potenza motore / Watt: 360 
Dimensioni (mm) alt./largh/prof.: 405/ 332 / 220
Capienza (grammi) tramoggia: 850
Tipo di legno: faggio

5) KOMO DUETT 200 – MACINA ELETTRICA + FIOCCATRICE                                                                       LA PUOI ACQUISTARE QUI —> http://amzn.to/1eDD59M

mulini macina cereali
Mulino e fioccatrice in uno. Il Duett 200 ospita nella sua cassa due macchine: il potente mulino Fidibus XL e una fioccatrice elettrica. Questo modello è un vero gioiello pratico per ogni cucina. Tutto a portata di mano: la mattina i fiocchi e a mezzogiorno la farina

Resa gr/min. farina fine: 200
Potenza motore / Watt: 600
Dimensioni (mm) alt./largh/prof.: 405 / 332 / 220                                                                                               Capienza (grammi) tramoggia: 850
Tipo di legno: faggio

6) MACINA ELETTRICA HAWOS BILLY 200   LA PUOI ACQUISTARE QUI —> http://amzn.to/1eDFxwU

mulini macina cereali

Pregiati materiali per un gradevole aspetto e una lunga vita La longevità ha la massima priorità in tutti i prodotti hawos, a prescindere che scegliate uno dei mulini di legno – massiccio o multiple.

Nella produzione e del pari anche nella lavorazione del legno poniamo particolare attenzione agli aspetti etici ed ecologici. Le nostre essenze betulla e faggio sono lavorate in un laboratorio per disabili in Austria.

Il legno proviene sostanzialmente da foreste certificate PEFC dei dintorni, che adempiono i criteri della gestione sostenibile.

Controllato dal computer il taglio dei nostri pezzi di legno per i mulini massicci o multiplex raggiunge un‘elevata accuratezza.

I mulini multiplex convincono grazie alla loro straordinaria stabilità dimensionale.

Tutte le varianti allettano occhio e tatto grazie alla gradevole naturalità e viva caratteristica delle superfici di legno.

Tanti mulini hawos sono costruiti a struttura modulare, semplice quanto efficiente.

Corpo: Betulla multiplex

Resa di macinatura: 220 g. al minuto

Capacità tramogia: 1500 g.

Mola: 100 mm

Peso: 10,6 kg.

Potenza motore: 600 w

Altezza libera per la ciotola: 17 cm

Dimensioni: 210 x 210 x 450 mm

7) WIDU – MACINA CEREALI ELETTRICO     LO PUOI ACQUISTARE QUI —> http://amzn.to/1K9rKLn

mulini macina cereali

Ha un ottimo rapporto qualità-prezzo a soli 294 euro !

Il molino elettrico in pietra WIDU, modello II, combina una tecnologia chiara e solida con la facilità di utilizzo e la naturale eleganza del legno. Tutti i materiali utilizzati nella produzione sono acquistati secondo criteri ecologici.

Caratteristiche:
– legno di pino laminato massiccio
– peso 12 kg
– dimensioni 22 cm x 33 cm x 39 cm
– capacità della tramoggia 1,3 kg
– contenuto del cassetto 1,5 kg
– coperchio per la tramoggia: incluso
– graranzia 8 anni

Capacità di macinazione:
– farina fine: 11 kg/h, 180g/min
– farina grossolana: 15 kg/h, 220g/min

Motore :
– solido motore interno industriale, nessuna trasmissione, quindi silenzioso
– numero di giri 1380 U/min
– consumo energetico 400 watt
– potenza d’uscita: 250 Watt
– funzionamento continuo, 100% ciclo di lavoro, protezione termica dell’avvolgimento

Macina:
– Dischi conici: Ø 80 mm,
– Velocità di circolazione: 5,8 m/sec
– dischi in basalto naturale (smeriglio di Naxos che non è altro che Corindone), a base di cemento magnesicico
– temperatura di macinatura: 30°C – 40°C mantenendo così intatti i nutrienti della farina

Funzionamento:
– la regolazione della macinatura è infinitamente variabile, sia da fermo che durante il funzionamento
– il processo di macinazione può essere interrotto in qualsiasi momento
– in caso di necessità, il mulino può essere azionato manualmente, ad es. con una manovella o altra fonte di energia

Macinati:
possono essere trattate tutte le colture di grano convenzionali, anche avena, farro, e tutti i semi oleosi fini (papavero, sesamo, semi di lino, ecc.), semi di girasole sgusciati e scaglie di cocco

Una lista delle granaglie che possono essere macinate con WIDU:
Frumento, farro, avena, orzo, segale, spelta, frumento orientale, piccolo farro, farro dicocco, grano saraceno, miglio, quinoa, amaranto, riso, frumento duro, semi di papavero, semi di sesamo, semi di girasole, semi di lino, scaglie di cocco, canapa, chicchi di caffè, noci, mandorle, mais , piselli, lenticchie, ceci, soia, fave di cacao, anacardi, chicchi germinati, zigolo dolce, chiodi di garofano, anice stellato, peperoncino, pepe….

 

SAREBBE UTILE ABBINARE ALLA MACINA UNA IMPASTATRICE ELETTRICA PER FARE IN MANIERA SEMPLICE PASTA, PANE, BISCOTTI, PIZZE IN CASA, ECCO LA PASTAMATIC ARIETE TRA LE MIGLIORI IMPASTATRICI IN COMMERCIO.

PASTAMATIC ARIETE   LA PUOI ACQUISTARE QUI —-> http://amzn.to/1Jg924J

mulini macina cerealiMacchina automatica per la pasta pratica e facile da usare: prima prepara l’impasto e poi trafila la pasta. Da sempre la pasta a mano fatta in casa è sinonimo di tradizione. Da oggi con Pastamatic è ancora più facile: basta inserire l’acqua e la farina, oppure le uova fresche o altri ingredienti in base alle diverse ricette, ed in pochi minuti la macchina impasta e trafila automaticamente. Pratica e veloce, semplice. Con sei diverse trafile per preparare diversi formati di pasta ed un disco per preparare anche i biscotti di frolla. Ideale per concedersi il lusso della pasta fresca appena preparata, tutti i giorni, sulla propria tavola. Funziona anche con farine speciali e senza glutine. Incluso nella confezione, il ricettario con 10 ricette di pasta fresca, di cui 3 con farine senza glutine.

– Potenza:250W
– 6 diverse trafile incluse: Tagliatelle, Pappardelle, Tagliolini, Spaghetti, Fettuccine, Biscotti
– Facile da smontare e da pulire
– Programma automatico o manuale
– Quantità massima di farina da utilizzare: 700gr.

MACCHINA PER FARE LA PASTA

PASTA PRESTO IMPERIA ELETTRICA    LA PUOI ACQUISTARE QUI —-> http://amzn.to/1NgBxxN

mulini macina cereali

Macchina per pasta motorizzata con rivestimento antiaderente

Sfogliatrice con regolazione fino a sei spessori

Sezione per il taglio di tagliatelle e fettuccine

Struttura in acciaio cromato

Con la nuova macchina motorizzata imperia pasta presto, igiene e sicurezza sono garantite dall’innoviativo rivestimento antiaderente. Con il suo motore potrete realizzare ancora più velocemente la sfoglia in 6 diversi spessori e due tipi di pasta: tagliatelle e fettuccine.

SCHEDA TECNICA

Dimensioni L 23 x H 28 x P 20 cm

Peso netto 6,85 kg

Velocità rotazione rulli 43 min. / 58 max

Campo regolazione rulli da 0,2 a 1,9 mm

Alimentazione 220 Volt

Potenza 85 Watt

                 ACCESSORIO PER FARE I RAVIOLI DA ABBINARE ALLA PASTA PRESTO IMPERIA                          LO PUOI ACQUISTARE QUI —> http://amzn.to/1NgBSAH

mulini macina cereali

           ACCESSORIO PER FARE GLI GNOCCHI DA ABBINARE ALLA PASTA PRESTO IMPERIA                     LO PUOI ACQUISTARE QUI —> http://amzn.to/1NgC2I2

mulini macina cereali

MACCHINA PER FARE IL PANE

ARIETE 125 – MACCHINA DEL PANE   LA PUOI ACQUISTARE QUI —> http://amzn.to/1Pzye7s

mulini macina cereali

Piccola e compatta  è ideale per realizzare formati di pane da 350gr. fino a 500gr. Basta impostare il programma desiderato, inserire gli ingredienti e Pane Express Metal fa tutto da sola, impasta, lievita e cuoce. Ideale anche per essere utilizzata con farine senza glutine e per preparare delle ottime marmellate. Potenza: 530w. Capacità: 500gr.. Programmi di cottura: 5. Formati di pane: 2 (350/500gr). Funzione di mantenimento caldo fino a 60 min.

ALCUNI ACCESSORI COMODI PER FARE LA PASTA IN CASA

1) STENDIPASTA MOLTO UTILE E COMODO   LO PUOI ACQUISTARE QUI —> http://amzn.to/1Gxfk9e

mulini macina cereali

 

2) SECCAPASTA ESSICATORE PER PASTA  LO PUOI ACQUISTARE QUI —> http://amzn.to/1NgCh64

mulini macina cereali

3) TAGLIA RAVIOLI 4 TIPI DI FORME   LO PUOI ACQUISTARE QUI —> http://amzn.to/1TKNct9

mulini macina cereali

4) PASTA BIKE PER TAGLIARE LA PASTA   LO PUOI ACQUISTARE QUI —> http://amzn.to/1GxgAsP

mulini macina cereali

Libri consigliati clicca sulle immagini qui sotto per acquistarli 

mulini macina cereali

mulini macina cereali

mulini macina cerealimulini macina cereali

N.B.: Le informazioni fornite su questa pagina hanno scopo puramente informativo; esse non possono         sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico.

 

47 thoughts on “Guida – Migliori mulini macina cereali a pietra per uso domestico in commercio

  1. maurizio il said:

    ottimo articolo, rimane l’imbarazzo della scelta, scelta che sarebbe più facile
    conoscendo la differenza tra la mola in basalto naturale di widu e quella in coridone ceramica di hawos
    e la temperatura di macina, dato presente solo su widu
    grazie
    mb

    • nutrizioneconsapevole il said:

      Personalmente uso il Widu e le posso dire che lavora meraviglia una gran bella macchina ho misurato personalmente la temperatura della farina macinata con il widu e non supera mai i 40 gradi

    • nutrizioneconsapevole il said:

      Personalmente uso il Widu e le posso dire che lavora meraviglia una gran bella macchina ho misurato personalmente la temperatura della farina macinata con il widu e non supera mai i 40 gradi, inoltre il basalto naturale smeriglio di naxos del Widu non è altro che corindone le riporto qui la fonte di wikipedia sullo smeriglio —-> https://it.wikipedia.org/wiki/Hercynite

        • Nutrizione Consapevole il said:

          Salve, raggiunge la stessa finezza degli altri mulini semplicemente ripassando il grano nella macina una seconda volta, è un ottimo mulino visto il suo rapporto qualità/prezzo

  2. Ok, la strada è buona ma c’è molto ancora da camminare, alcune considerazioni:
    1) Perché questi produttori di micro macinini non usano la pietra martellata del Mulino Marino? Il corindone, la ceramica e la magnesite vengono presumo polverizzati e cotti ad alta temperatura, la pietra composta finale deriva si da componenti naturali ma il procedimento potrebbe portare ad un formarsi e quindi ad un rilascio di sostanze tossiche e/o sintetiche di queste leghe, non lo sappiamo, lo sapremo ma perché addentrarci in un bosco che potrebbe riservarci dei pericoli? http://www.mulinomarino.it/home.php
    2) I produttori di questi macinini dovrebbero anche informare riguardo il problema dei fitati che secondo me è molto sottovalutato e considerato tale solo nei paesi del terzo mondo che non hanno la possibilità di abbinare agli integrali altri alimenti alla loro dieta, per scongiurare pericolose carenze che si verificherebbero circa i vari nutrienti catturati dai fitati e portati con loro al di fuori del nostro organismo oppure non effettuano i procedimenti per biodegradare questi fitati, come la lievitazione, la germogliazione ed altri ma il terzo mondo è purtroppo anche quì da noi, dove delle mense solidali non fanno morire di fame la gente ma ne allungano l’agonia con cereali ed altri cibi raffinati a zero contenuto di fitati ma forse ancor più pericolosi; c’è da aggiungere inoltre anche un’altra cosa importante, quella che gran parte della popolazione, pur avendo i soldi per abbinare agli integrali altri alimenti, non sa del pericolo che corre e non abbina agli integrali quelli giusti ma ce ne abbina altri non adatti o dannosi che peggiorano ancor più la situazione.
    3) Non sarebbe meglio far prima germogliare i vari cereali ed anche i legumi? Per alcuni legumi si legge però che la germogliazione potrebbe generare sostanze tossiche e quindi si dovrebbe prima al riguardo approfondire, studiare, sperimentare, ecc…)? Poi, dopo indispensabili più risciacqui per eliminare eventuali patogeni, potremmo mangiarli anche crudi. Ovviamente per i legumi secchi della cottura non si potrebbe fare a meno ma la si potrebbe effettuare ad una temperatura sotto i 50 gradi e forse anche per solo 2 minuti. Si potrebbe inoltre addirittura frantumarli facendo a meno anche di questi macinini manuali, con un tronchetto di legno di ulivo che io uso anche per patate, zucche grandi mature, ecc…, le macchine in certi casi sono insostituibili ma in questi casi se ne potrebbe benissimo fare a meno, guadagnandoci col movimento se no alla fine ci autoimmobilizzeremo del tutto tranne che di un dito per premere dei pulsanti; quindi, con questa frantumazione super manuale con il legno di ulivo potremmo ricavare delle specie di farine umide per fare il pane, la pasta dopo averla esssiccata, ecc…

    • nutrizione-consapevole il said:

      Piccole considerazioni:
      1) Sul primo punto anche la pietra martellata può causare un piccolissimo rilascio di polveri, quindi non vedo sinceramente dove sta il problema da millenni l’ uomo macina a pietra.
      2) I fitati vengono inattivati dal calore e dalla fermentazione. Anche l’ammollo prolungato, classico metodo per migliorare la digeribilità dei legumi, contribuisce a ridurre fortemente le concentrazioni di acido fitico nell’alimento. Per quanto riguarda il pane, la lievitazione lenta a pasta acida è in grado di abbattere il contenuto di questi fattori antinutrizionali, mentre lievito di birra e lieviti industriali non sono altrettanto efficaci, perché promuovono una lievitazione eccessivamente rapida. Anche una buona cottura del pane contribuisce ad eliminare l’acido fitico presente nell’alimento.
      3) I germogli contengono un amminoacido particolare chiamato L-Canavanina che deprime il sistema immunitario. le persone con problemi immunitari non dovrebbero mangiare germogli, e comunque andrebbero mangiate nei soggetti sani con moderazione. Frantumare i legumi a mano mi sembra utopia ormai la gente va di fretta, chi perderebbe tempo a frantumare i legumi a mano ?

      • robertw il said:

        Buongiorno, ho letto articolo e commenti con molto interesse. Avendo già un mulino
        manuale, mi accingo ad acquistarne uno elettrico e chiedo: qual’è la differenza nel prodotto finale tra macine in granito o in lega di corindone? Le macine non si impastano con i semi oleaginosi?

        • nutrizione-consapevole il said:

          il corindone è l’ elemento più duro secondo la scala di mohs dopo il diamante, il granito come il corindone è un elemento duro non scalfibile, quindi vanno bene tutti e due materiali, con i semi di lino o di chia va alla grande, i semi devono essere secchi x essere macinati, x fare un esempio la mandorla fresca non va bene perchè altrimenti si impasta e non macina

  3. Francesco il said:

    Buonasera… nelle prime righe iniziali avete asserito che “la farina va consumata entro 15 giorni dalla macinatura altrimenti la farina si ossida e perde più della metà dei nutrienti”… ma adesso la domanda mi sorge spontanea:ma tanto dopo che la si inforna, tutti questi nutrienti che rimarrebbero intatti se si consuma prima dei 15 giorni, non vengono distrutti dalla cottura?
    E poi, dei nutrienti, che prima dei 15 giorni non si ossiderebbero, quali intendete?

      • Tania il said:

        Scusate se mi intrometto…buonasera!
        Pane, torte, paste ecc..si cucina quasi tutto oltre i 60 gradi!
        Lei dice che la cottura non distrugge tutto ma….di nutrienti, alla fine, ne rimangono tanti? Perchè si fa di tutto per mangiar sano con tutti i nutrienti e perdere, quasi, tutgo in cottura sa un po di…beffa!

        • nutrizione-consapevole il said:

          se usa farina integrale si perchè tiene meglio la cottura e sono inizialmente più ricche di nutrienti, invece con le farine raffinate si inizia sin dal principio ad avere una carenza di nutrienti e la cottura peggiora il tutto

  4. Francesco il said:

    Perdonatemi, ma mi son dimenticato una cosa… ma di queste macine cereali elettrici che avete menzionato anche i legumi e i semi oleaginosi posso ridurre a farina? Se no, gentilmente mi indirizzate su una macina che lavora i cereali,i legumi e i semi oleaginosi?

  5. Interessantissimo articolo, oltre ai tipi di pietra per macinare, di cui avevo dubbi che mi avete chiarito, volevo chiedere se per macinare dei legumi più grossi come i ceci occorre prima frantumarli?
    Per fare la farina di ceci, ma anche di mais, si usano grani interi?

  6. Marinella il said:

    Davvero interessante l’articolo! Io ho già da diversi anni il Fidibus XL, e mi trovo bene. E’ vero che bisogna
    acquisire il gusto per i cibi integrali, ma è altrettanto vero che per alcuni piatti (tipo pasta ripiena:cappelletti –
    tortelli per esempio) trovo che una leggera setacciata aiuti poi a preparare tali piatti (naturalmente è mia personale esperienza e gusto). Ora chiedo, esiste in commercio un mulino con possibilità anche di
    setaccio incorporato. Io uso quello manuale, ma francamente lo trovo poco pratico. Spero di essermi spiegata. Io uso il mulino, oltre che per l’integrale, anche per avere un controllo maggiore sui grani, ma a volte come dicevo vorrei poter avere farine un po’ meno forti. Grazie!

  7. Stella il said:

    Salve! innanzitutto bravi, bell’articolo! speravo di avere da voi un valido consiglio, sono mesi che medito sull’acquisto di un mulino domestico ma puntualmente mi ritrovo a girare e rigirare pagine internet, forum e commenti nella speranza di capire quale modello prendere… è vero che voi qui ne avete elencati alcuni ma ad esempio già qui: http://www.getreidemuehlen.at/de ci sono ben sei marche diverse ognuna con i suoi modelli!!!! risulta allora difficile scegliere, considerando che è un investimento! Inoltre ho trovato questa pagina http://www.asiteaboutnothing.net/g_flour-mills.html che mette a confronto Hawos e Komo… e il Komo perde alla grande, anche se un vecchio modello.. Dice che scalda di più la farina, per la macinatura fine bisogna ripassare due volte e anche in quel caso resta un po’ grezza e consuma più energia… quindi speravo poteste darmi qualche consiglio…. vorrei un buon modello che una volta preso mi duri per anni e anni, capace di macinare tutti i tipi di semi, mais e oleosi compresi, che non riscaldi la farina, che arrivi ad una buona macinatura fine, le cui mole una volta consumate siano facilmente sostituibili… per una produzione di circa 20 kg al mese…. forse più… ma non so davvero quale scegliere!!! potete aiutarmi?

    • Nutrizione Consapevole il said:

      I due modelli di mulini messi a confronto Hawos e Komo sono due modelli differenti, l’ hawos ha una maggiore potenza 360 w e un diametro della macina maggiore il komo 250 w è minore diametro ha la macina è logico che l’ Hawos sia migliore, è come dire fiat contro audi logico che vincerebbe audi. Quindi quel confronto è veramente insignificante, sarebbe stato utile invece un confronto con mulini alla pari. Se vuoi veramente il top dei mulini domestici l’ unico è il Fidibus XL e vai sul sicuro e stai tranquilla per i prossimi 15 anni, sarebbe questo qui —> http://www.macrolibrarsi.it/prodotti/__macinacereali-mulino-elettrico-fidibus-xl.php?pn=4451

  8. ugo il said:

    buonasera, complimenti per come trattare la cosa, chiarite molti dubbi, solo uno non è stato chiarito, i ricambi delle mole??

  9. Matteo il said:

    Buongiorno,
    Se la mola dura 10/15 anni vuol dire che si consuma, di conseguenza dei residui finiscono nella farina.
    Sarebbe interessante sapere se questi residui possano provocare problemi.
    Il fatto che vengono usatri da sempre non esclude che possano provocare problemi.
    Sapete se esistono studi a riguardo?

    • Nutrizione Consapevole il said:

      assolutamente no può stare tranquillo la macinazione a pietra ha solo vantaggi, è ben altro ciò che fa male

  10. Giuseppe il said:

    Salve, complimenti per il bell’articolo! Io ho una piccola azienda e anche se ottime, le macchine qua presentate sono piccole, visto che io avrei bisogno di macinare almeno 10 kg al giorno di grano duro, saprebbe consigliarmi qualcosa di più professionale? la ringrazio anticipatamente

    • Nutrizione Consapevole il said:

      10 kg al giorno non sono tanti, va benissimo come macina in pietra il Waldner Osttiroler che è questo qui, clicca su questo link per vederlo —> http://amzn.to/2d9BcTy ha un motore industriale e produce 130 gr. di farina al minuto, quindi per 10 kg in poco più di un ora finisci.

  11. Dario il said:

    Salve io sono molto interessato a un modello MT18 (di Salisburgo) e ho il dubbio se con macina in granito o in corindone, secondo voi è un buon prodotto? e quale pietra è migliore? grazie in anticipo per la risposta e per l’ottimo articolo.

    • Nutrizione Consapevole il said:

      L’ MT18 è in granito. In assoluto il miglior materiale è il corindone perchè nella scala di Mohs è il secondo elemento più duro presente in natura (dopo il diamante), quindi il corindone è più resistente e più duro del granito. Se mi dice quanto è il suo budget la posso aiutare nella scelta

  12. Anonimo il said:

    Buongiorno,
    vista la competenza le chiedo, quale mulino -con buon rapporto qualità prezzo- consiglierebbe per macinare anche mais duro?
    Mille grazie!

  13. Buongiorno,
    avendo anche varietà antiche di mais da macinare, quali mulini -con buon rapporto qualità prezzo- consiglierebbe? Io pensavo all’ HAWOS Oktagon 2 oppure il Mühle 2, ma non trovo recensioni affidabili sulla reale capacità di macinare mais duro.
    Grazie mille!

  14. Aldo il said:

    Salve ho visto su ebay un mulino esteticamente brutto, da tenere in garage, non in cucina, però dalle caratteristiche mi sembra migliore di questi sopra elencati, puoi dirmi se sbaglio?
    Ti lascio il link per poter confrontare: http://ebay.eu/2mp5bxL
    Grazie.

    • Nutrizione Consapevole il said:

      Salve, non è un mulino a pietra quello che ha postato nel link, ma è un semplice mulino elettrico dove però raggiunge elevate temperature ossidando le farine… la macinazione a pietra onvece è molto più delicata non supera mai i 50 gradi, salvaguardando le proprietà delle farine. Le farine macinate a pietra sono qualitativamente superiori.

  15. Francesca il said:

    Salve, comincio appena a orientarmi in questo mondo e mi sto chiedendo se avrebbe il giusto valore nutrizionale ottenere la farina attraverso un elettrodomestico come il Vitamix oppure se la macinatura in questo caso raggiunge temperature troppo elevate. Grazie

    • Nutrizione Consapevole il said:

      La macinazione a pietra è decisamente la migliore perchè non ossida i nutrienti. Il Vitamix è più adatto come frullatore

  16. Francesca il said:

    Salve, questa guida é fatta molto bene, la mia difficoltà nello scegliere un mulino piccolo sta nel fatto che quasi nessuno é consigliato per semi oleosi! Ma nel caso io ammollassi ed essiccassi per esempio le mandorle, diventerebbe fattibile? Grazie

    • Nutrizione Consapevole il said:

      per macinare i semi oleosi la macina a pietra non va bene, perchè i semi sono oleosi e nella macinazione si crea un impasto molto compatto che va a bloccare e non fa lavorare bene la pietra, per i semi oleosi devi usare un piccolo macinino elettrico come quello che si usa per macinare i chicchi di caffè, personalmente uso questo qui e mi ci trovo benissimo —> http://amzn.to/2oAALGd

    • Nutrizione Consapevole il said:

      Dipende dal suo utilizzo, se lei la mattina mangia i fiocchi e fa spesso utilizzo di fiocchi freschi allora si, anche perchè i cereali appena fioccati freschi sono mille volte meglio di quelli comprati nelle buste al supermercato.

      • BARBARA il said:

        Buonasera, io mi ponevo lo stesso quesito …..accompagnato però da alcuni dubbi.
        La fioccatrice fiocca al momento solo l’avena mentre gli altri cereali hanno bisogno dell’ammollo e del riposo notturno , quindi una procedura che necessita di pianificazione e tempo.
        L’avena poi ha bisogno della cottura perchè se mangiata cruda è indigesta. Il gusto a detta di tutti è ne gode nettamente quando i fiocchi sono freschi ma ……tutto ciò vale quei 300/350 euro in più?
        Sarei più propensa ad acquistare un mulino con fioccatrice di seconda mano (io ho già utilizzato un mulino per circa 4/5 mesi) . Voi avete qualche fonte da consigliare?
        Grazie mille

        • Nutrizione Consapevole il said:

          La sua salute vale 300/350 euro? =) si parla di una fioccatrice elettrica per questo costa, le fioccatrici manuali sono molto scomode da usare, sono macchine con motori robusti, la spesa iniziale può essere ammortizzata negli anni. Il Komo Duett progetta macchine che durano più di 10 anni, anche 15 se trattate bene. In particolare il Komo Duett 200 ha un motore ancora più potente da ben 600 watt, rispetto al Komo Duett 100 che ha 360 watt di potenza. Questo è il Komo Duett 200 —> Komo Duett 200 su Amazon

          • BARBARA il said:

            grazie per la risposta. Avrei un’ultima domanda che mi lascia in attesa circa l’acquisto.
            Pensando al modello duett penso che utilizzerei la fioccatrice principalmente per l’avena dunque mi chiedo ma se io utilizzando il mulino facessi una specie di “bulgur di avena” potrebbe essere un valido sostituto del “fiocco” cuocendolo magari un pò di più?
            2° ed ultima domanda: la finezza della farina ottenuta dal fidibus medium (360watt) e dal fidibus xl (600watt) è la medesima? intendo dire , prescindendo dal fatto che con il fidibus xl ottengo una maggior quantità di farina in minor tempo, ciò che ottengo in entrambi i casi è il medesimo risultato oppure la maggiore potenza del fidibus xl consente di ottenere una farina più sottile?
            grazie per la vs. disponibilità

          • Nutrizione Consapevole il said:

            Con il mulino da 600 watt macina anche i grani più duri ad esempio il mais rosso Pignoletto che è molto duro con il 600 watt non c’è nessun problema, inoltre essendo il motore più potente, farà meno sforzi e durerà più a lungo. Il bulgur ha una lavorazione diversa dal fiocco, il bulgur viene cotto al vapore e fatto seccare, poi viene macinato e ridotti in piccoli pezzetti, il ficco d’avena invece non viene cotto. Quindi parliamo di due cose diverse.

Lascia un commento