Ann sconfigge il cancro in 8 mesi con il succo di carote

Schermata-2015-09-11-alle-12.23.18
Ann Cameron – Immagine tratta da: http://www.retenews24.it/rtn24/donna-2/la-storia-di-ann-che-ha-sconfitto-il-cancro-in-8-mesi-con-le-carote/
La protagonista di questa storia è Ann Cameron autrice di molti libri per bambini, che racconta la sua storia nel suo blog  “Chris beats cancer” (tradotto “Chris batte il cancro”)
 Ad Ann inizialmente le viene diagnosticato un tumore al colon al quarto stadio, rifiuta per sua scelta la chemioterapia e inizialmente le cose sembrano andare meglio, ma sei mesi dopo, le viene diagnosticato un tumore ai polmoni. L’oncologo le consiglia la chemio e quando chiede sulle aspettative di vita: due/tre anni senza chemioterapia e non molto di più facendola.
Ann era sconvolta, così comincia a cercare su internet delle alternative.
Un giorno legge la lettera “Ho bevuto il succo di 2 kg di carote ogni giorno” di un certo Ralph Cole, un ragazzo di 26 anni che raccontava come bevendo il succo di 5 libbre di carote al giorno (2.2 kg) era riuscito a eliminare delle cellule cancerogene che aveva sul collo. Ralph era molto dettagliato nella descrizione della sua esperienza ed era credibile perché non stava cercando di vendere niente a nessuno, così il 17 Novembre Ann comincia a bere la quantità di succo di carote raccomandata da Ralph.
Successivamente ad Ann viene detto che nei suoi polmoni ci sono noduli linfatici e due piccoli tumori, entrambi lunghi circa 2.5 cm e larghi mezzo cm. Secondo l’ esito del radiologo questi tumori erano in rapida crescita.
Bere succo di carota, è perfettamente compatibile con la chemioterapia o la radio ma Ann comunque decide di rifiutare la chemio dopo aver ricercato gli effetti collaterali che poteva causare.
Quindi Ann non fa ne chemio, né radio né altri trattamenti e non cambia in nessuna maniera la sua dieta a parte l’assunzione di succo di carota, si concede qualche strappo nell’alimentazione  l’unico cambiamento che ha fatto a livello dietetico è stato l’assunzione di succo di carote.
I RISULTATI OTTENUTI CON IL SUCCO DI CAROTE
  • Dopo 2 settimane aver bevuto il succo di carote non c’è stato nessun miglioramento
  • Dopo 8 settimane gli esami hanno rivelato che il cancro aveva arrestato la sua crescita, i tumori si riducono, così come il gonfiore alle ghiandole linfatiche.
  • Dopo 4 mesi dall’ introduzione del succo di carote i noduli linfatici nei polmoni si normalizzano e il cancro ha continuato a regredire.
  • Dopo 8 mesi, la tomografia computerizzata ha mostrato che non c’ era più traccia del cancro !
Il segreto, a quanto pare, è che il succo di carote è ricco di acidi grassi naturali, è un antiparassitario naturale con proprietà antitumorali e il carotene contenuto nelle carote ha un’azione preventiva sulla creazione di cellule tumorali.
Un gruppo di ricercatori inglesi e danesi, che ha scoperto come questi ortaggi contengano un composto, il falcarinolo, che oltre a difendere le carote da funghi ed altri parassiti, ha dimostrato di possedere proprietà anticancerogene. Il falcarinolo è stato dimostrato efficace contro il cancro in esperimenti di laboratorio con ratti fatto in Danimarca e Regno Unito. Utilizzando carote ricche di falcarinolo, il Dr. Kirsten Brandt e colleghi nel Regno Unito hanno ritardato di un terzo la crescita dei tumori nei topi da laboratorio iniettati con una sostanza cancerogena.
Lo studio  stabilisce che le carote devono essere cotte intere, prima di essere tagliate a rondelle, per mantenerne i principi nutritivi: Il falcarinolo agisce con una potenza maggiore del 25% se la verdura prima di finire in pentola non viene affettata. In sostanza, più il calore ammorbidisce la superficie della carota (e nel caso la carota venga tagliata, il calore agisce con maggior vigore) e più si registra un’evaporazione di alcuni principi nutritivi, come gli zuccheri e la vitamina C, i quali a loro volta «aprono la porta» alla dispersione nell’acqua anche di altre sostanze, come il falcarinolo. «Con il taglio aumenta la superficie a contatto con l’acqua – spiega Kirsten Brandt – e le sostanze nutritive, zuccheri e falcarinolo compresi, tendono a disperdersi nell’acqua durante la cottura».
Nel caso di Ann le carote sono state utilizzate crude estraendone il succo con un estrattore.
Se non hai ancora un estrattore di succhi leggi questa GUIDA SUGLI ESTRATTORI.
Ann Cameron dopo la sua esperienza ha scritto un libro su come curare il cancro con le carote, intitolato Curing Cancer with Carrots (tradotto: Cura del Cancro con le carote).
Fonte:
LIBRO “CURING CANCER WITH CARROTS” DI ANN CAMERON CLICCA SULL’ IMMAGINE QUI SOTTO PER ACQUISTARLO
51LghGIQxML._BO2,204,203,200_PIsitb-sticker-v3-big,TopRight,0,-55_SX324_SY324_PIkin4,BottomRight,1,22_AA346_SH20_OU29_
N.B.: Le informazioni fornite su questa pagina hanno scopo puramente informativo; esse non possono         sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico.
Precedente Frutta e verdura possono combattere il cancro Successivo Vitamina B7 per curare il fegato grasso

Lascia un commento